Ascolto attivo

L’importanza di Saper ascoltare
“Saper ascoltare” significa essere capaci di non perdere neppure una sillaba del messaggio che ci viene inviato.

L’importante è far evolvere l’ascolto in un’opportunità per estendere le proprie conoscenze

Se l’ascoltatore riceve l’impressione che voi non siate sinceramente interessati non vi rivelerà i suoi pensieri.

Ascolto attivo, errori da evitare

  • Non cercare di arrivare subito alle conclusioni
  • Non interrompere l’interlocutore durante l’eloquio

Cosa fare durante l’ascolto

  • Volgere il proprio sguardo verso la persona che sta esponendo il messaggio, dare cenni di riscontro come, ad esempio, annuire;
  • Mostrare il massimo interesse per quello che sta dicendo;
  • Protendersi in direzione dell’oratore
  • Porre domande volte a chiarire e dettagliare il messaggio quando l’oratore ha concluso il messaggio o una sezione dello stesso.
  • Fate domande esplorative finalizzate a capire meglio. Formulate le domande utilizzando le tesse parole o parole simili per dimostrare di avere capito.
  • Se durante l’esposizione il vostro interlocutore fa delle pause di silenzio non approfittatene per interromperlo, a mano che la pausa non sia troppo lunga.
  • Cercate di captare il tono, le espressioni e i gesti dell’interlocutore. Es: “Scommetto che lei ha trovato quel lavoro molto noioso”. Riconoscendo e parlando di sensazioni che il vostro dipendente ha tacitamente espresso è possibile stimolare ulteriori comunicazioni ascendenti e nello stesso tempo migliorare il suo morale.
  • Evitate di dimostrare approvazione o disapprovazione. Se volete che continui a parlarvi dovete dimostrarvi neutrali.
  • Avere rispetto per diversità esistenti all’interno del gruppo. Le differenze e i conflitti sono ciò che permette di migliorare il rendimento del gruppo.

Riferimenti bibliografici
R. Archibald Gestire le relazioni nel project management

Vitalliano Kettliz, Come trattare con i propri collaboratori, Francoangeli

Translate »