Policy e procedure

“Esse hanno lo scopo di evitare che si prendano di continuo decisioni relative a situazioni di carattere ripetitivo. Esse non stabiliscono cosa debba essere fatto, ma come farlo nella maniera più spedita.”

da V. Kettkliz “Come tarttare con i collaboratori” FRANCOANGELI

norme e procedure

Esse consentono inoltre di prendere decisioni in maniera rapida riguardo ad argomenti e alle modalità per affrontarli.

Gli standard

Gli standard sono la modalità condivisa per la realizzazione di documenti, procedure, progetti e altre attività aziendali. La modalità comune di eseguire un’opera consente la valutazione, la condivisione e la realizzazione stessa in tempi più rapidi.

Le linee guida

Le linee guida costituiscono l’analogo dello standard, ma a livello di comportamento in tutte le fasi del lavoro. Anch’esse regolando la direzione dell’operato consente di risparmiare tempo nel momento in cui si debba prendere una decisione e ci si chieda quale sia il modo più opportuno di prodere in quella situazione in quell’azienda.

I programmi

Servono ad organizzare le attività in relazione al tempo e in relazione tra loro. Alcune attività devono essere completate prima che altre possano iniziare. Quando queste attività richiede l’intervento di due o più persone la loro pianificazione consente di ottimizzare il tempo.

Gli obiettivi

Gli obiettivi devono essere chiaramente definiti e avere un ordine di priorità. Ogni obiettivo deve essere ripartito in attività e queste in fasi

Errori da evitare

La durata prevista dell’incontro influenza anche il momento della giornata in cui è meglio programmarla

  • Dare istruzioni inesatte o incomplete;
  • Fare attendere i propri collaboratori;
  • Interrompere un collega in quello che sta facendo;
  • Rinviare le attività che non ci piacciono
Translate »